Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Presentazione

  • : Blog di Emiliano Bertini
  • : Il blog di Emiliano Bertini: descrizione e approfondimenti di Astronomia ed'esplorazione spaziale per capire meglio i segreti dell'Universo e il nostro ruolo all'interno di esso.
  • Contatti
12 settembre 2011 1 12 /09 /settembre /2011 11:34

 

venere

Avvolto da una densissima atmosfera di acido solforico Venere è il pianeta più caldo del sistema solare a causa di un estremo effetto serra e della sua vicinanza al Sole.

Venere è il secondo pianeta del sistema solare interno e orbita intorno al Sole a una distanza di circa 100 milioni di kilometri, a delimitare il confine interno della zona abitabile, ma questa posizione non gli è bastata per evolversi in un pianeta con la giusta temperatura adatto a supportare la vita. Infatti fino agli anni Settanta, periodo nel quale abbiamo cominciato a inviare sonde con successo sul pianeta, Venere sollecitava molto la fantasia degli scrittori di fantascienza a causa della sua atmosfera che non permette di vedere la superficie e l'opinione comune che si era creata era quella di un pianeta sì più caldo della Terra, ma con una temperatura accettabile per l'evolversi della vita, in particolar modo si credeva che sulla superficie del pianeta ci fossero distese di foreste paludose simili alle nostre foreste che si trovano vicine all'Equatore.

Fu solo negli anni Settanta che le prime sonde (prima sovietiche con il progetto Venera e successivamente della NASA con il progetto Venus) cominciarono a scattare e inviare sulla Terra le prime foto della superficie del pianeta che delusero tutti i sognatori di un mondo abitabile simile al nostro. Un vero e proprio inferno con una temperatura media di 460 gradi C° in superficie, moltissimi vulcani attivi e fiumi di magma incandescente, pioggie di acido solforico in grado di sciogliere persino il metallo e una pressione atmosferica 92 volte superiore a quella terrestre, un mondo completamente sterile.

Venere è anche definito spesso il pianeta gemello della Terra a causa della sua massa e delle sue dimensioni quasi uguali, ma è anche l'unico pianeta a ruotare su se stesso in senso contrario (retrogrado) e le cause sono sconosciute, si suppone che questa caratteristica sia dovuta a una collisione con un altro corpo celeste durante la formazione del sistema solare.

Un anno venusiano dura circa 225 giorni terrestri, mentre il giorno, a causa di una lentissima rotazione retrograda, dura 243 giorni terrestri quindi su Venere il giorno dura più a lungo dell'anno.

In conclusione, il pianeta è l'oggetto più luminoso del sitema solare a causa della sua densa atmosfera chiara ben visibile nel nostro cielo notturno ed è stato definito per questo la stella del mattino o della sera proprio grazie alla sua alta luminescenza.

 

Condividi post
Repost0

commenti